NUOVO ANNO E NUOVE SFIDE

Il 18 gennaio, presso lo Spazio incontri della Fondazione CRC a Cuneo, si è tenuta la presentazione pubblica delle nuove attività previste dal progetto “Punta su di te 2.0”, promosso dalla Fondazione CRC e volto alla sensibilizzazione e prevenzione del gioco d’azzardo patologico. Sono stati illustrati gli obiettivi futuri dell’iniziativa e presentate le diverse attività, condivise e progettate con i Dipartimenti Dipendenze Patologiche dell’ASL CN 1, ASL CN 2 e il supporto operativo del consorzio Compagnia di Iniziative Sociali (CIS) e della Cooperativa Ro&Ro.

Accanto ad azioni già attive dall’inizio del progetto come la diffusione del materiale informativo, gli sportelli telefonici per avere informazioni ed un orientamento sulla tematica dell’azzardo e il sito puntasuditeduepuntozero.it, vi sono in questa 3°annualità interventi specifici rivolti ai giovani e agli over 65.

Verranno effettuati dei cicli di incontri in circa 20 classi 4° degli istituti medi superiori di Cuneo e di Savigliano, in cui si propone di incrementare le conoscenze dei ragazzi, di fornire strumenti di analisi e riflessione non finalizzati all’indottrinamento bensì alla promozione del pensiero critico, di modificare le loro cognizioni erronee sul gioco d’azzardo. I contenuti chiave saranno veicolati attraverso un percorso coinvolgente che prevede la discussione nel gruppo dei pari e l’utilizzo di tecniche socio-animative come il brain storming, la fruizione di materiale audio-video , domande stimolo.

Per quanto riguarda gli over 65, il progetto si propone di creare nelle 7 città partner gruppi di anziani già attivi e socialmente sensibili nei loro territori, da motivare e da formare, in modo che possano a loro volta incontrare e discutere con loro pari rispetto ai rischi dell’azzardo, le caratteristiche dei giochi e le possibilità di aiuto, secondo l’approccio del welfare generativo. Il fine ultimo sarà rendere gli anziani attivi e costruttori di iniziative di prevenzione rispetto al tema dell’azzardo che coinvolge molti dei loro coetanei.

Punta su di te 2.0 continuerà il dialogo con i media della provincia già iniziato nella scorsa annualità: dopo la creazione della Carta di Cuneo, che prevede una nuova deontologia giornalistica inerente l’informazione sul gioco d’azzardo, proseguirà la sperimentazione di queste linee guida per i partecipanti al tavolo di lavoro, la raccolta di un database aggiornato sul fenomeno a cui tutti i giornalisti potranno accedere ed una formazione nazionale rivolta agli iscritti all’ordine giornalisti.

Durante la presentazione del 18 gennaio è stata anche illustrata la video-mappa realizzata dal centro Steadycam e dagli operatori del progetto, che permette di visualizzare quanti esercizi e sale da gioco sono attive e quante sono state rimosse nei sette comuni principali della nostra provincia, accanto ai luoghi di cura e i punti sensibili definiti dalla regione Piemonte.

Infine Punta su di te 2.0 promuoverà, in un’ottica innovativa e al passo con le scelte delle multinazionali del gioco, una ricerca che, partendo dalla valutazione del progetto e del loro impatto sui territori coinvolti, indaghi su quali siano i nuovi luoghi dell’azzardo e come la prevenzione può intervenire.

Approfondisci: