è anche un camper itinerante
ed uno spettacolo teatrale

Tutte le date del camper

Una delle principali attività sperimentali di prevenzione, da inscrivere nell’ambito delle azioni di aggancio precoce e informazione alla popolazione, è la presenza del nostro camper attrezzato nelle principali piazze del territorio in occasione di feste, mercati e fiere, che funzionerà come centro d’ascolto aperto al pubblico e come punto informativo. Il progetto è curato dal gruppo di lavoro composto dagli operatori dei Servizi Dipendenze delle 2 Asl provinciali e dagli operatori del privato sociale del consorzio CIS.

Gli obiettivi di questo sportello mobile sono di aumentare l’accessibilità ai servizi del progetto, di informare la cittadinanza sui rischi correlati al gioco d’azzardo e di pubblicizzare l’esistenza di servizi sanitari specializzati nell’aiuto alle persone coinvolte.

Sarà possibile, nelle uscite sul territorio del camper, anche compilare dei questionari che permetteranno al progetto di rilevare da un lato la percezione del fenomeno e delle sue ricadute sociali dal punto di vista della popolazione, dall’altro consentiranno a ciascuno di misurare la propria “febbre da gioco” e di valutare quindi l’opportunità di consultare gli operatori del camper o di rivolgersi al Servizio Dipendenze territoriale.

rien ne va plus – le date

La situazione attuale a proposito dell’utilizzo del gioco d’azzardo in tutte le sue forme, dalle macchinette al gioco on-line, è alquanto grave ed allarmante.
Da tempo i servizi sociali e i professionisti del settore mandano appelli allo Stato e alla popolazione per informare e denunciare il fenomeno pericoloso e dilagante chiedendo interventi di prevenzione e di cura immediati. E’ un’epidemia. Una malattia nuova che contagia molti. Nessuno può ritenersi esente.

Adolescenti, pensionati, disoccupati, liberi professionisti ed imprenditori, donne e uomini tutti alla ricerca dell’oro e di nuove sensazioni adrenaliniche per riempire la giornata.

RIEN NE VA PLUS è la storia di tre persone normali che non si ritengono dipendenti dal gioco ma hanno un urgente bisogno di denaro e per questo sono disposti a tutto.
Il linguaggio è quello della narrazione, ricco di ironia e divertimento ma non per questo privo di tragedia; la tragedia di chi alla fine del gioco scopre di non essere più il protagonista della propria vita, ma l’ingranaggio di un meccanismo malato e perverso.
Nel gioco hanno perso affetti, patrimoni, relazioni, salute e libertà, più nulla va, più nulla rimane. Non solo le tasche sono vuote, il gioco ha fatto terra bruciata nelle loro vite.
RIEN NE VA PLUS vuole essere un’occasione di riflessione e di presa di coscienza del problema che, oggi, è diventata una piaga sociale e che comporta conseguenze umane ed economiche devastanti.

E’ una produzione VOCI ERRANTI, di e con Francesco Angelone, Tiziana Bertone, Marco Mucaria e Adriana Ribotta, coordinata da Grazia Isoardi.